Most Popular


Chaussures Nike Vente France Boutique
Dolomite Zoom Air :. Le réactif, la technologie d'amortissement à faible profil qui vient dans cette chaussure augmente le confort ... ...





"Numeri impietosi", "Truffa". Sulla Tav si riapre lo scontro

Rated: , 0 Comments
Total hits: 1
Posted on: 02/12/19
Esultano i Cinque Stelle, s'infuria il commissario straordinario per la Torino-Lione e la Lega prende tempo. L'analisi costi-benefici sulla Tav pubblicata oggi sul sito del Ministero dei Trasporti (qui il testo integrale) riaccende lo scontro.I dati emersi dal dossier ringalluzziscono Danilo Toninelli, che parla di numero "estremamente negativi, impietosi". "Ora deciderà il governo", dice il ministro grillino, "Ecco che si fa quella piena e doverosa trasparenza che avevamo promesso, che abbiamo già realizzato sul Terzo valico e che rende più democratico il dibattito su alcune delle grandi opere ereditate dal passato. Opere spesso ferme da tempo o che procedono a rilento o comunque oggetto di scandali, sprechi e inefficienze".E ringalluzziscono anche i Cinque Stelle più critici sull'opera. "In queste condizioni non ha senso dare il via a quest'opera", dice Davide Serritella, deputato piemontese, componente della commissione Trasporti alla Camera, "È scritto nero su bianco nell'analisi costi-benefici consegnata oggi dal ministero dei Trasporti: per essere sostenibile, sulla tratta dovrebbe esserci un traffico merci almeno 25 volte superiore. E non dimentichiamo che sull'altro piatto della bilancia c'è uno spreco di circa 8 miliardi di euro dei cittadini. Questo incredibile sperpero di soldi pubblici sarà bloccato senza appello e a beneficiarne saranno prima di tutti i cittadini e i territori circostanti".In una nota i senatori M5s della commissione Lavori pubblici e Trasporti scrivono che "i numeri confermano ciò che abbiamo sempre sostenuto: quest'opera per quello che costa ha una convenienza pressoché nulla. Portare avanti una linea che lo studio ci dice essere ormai obsoleta e per niente redditizia sarebbe un errore politico micidiale". E concludono: "I numeri confermano che quest'opera per quello che costa ha una convenienza pressoché nulla. Portare avanti una linea che lo studio ci dice essere ormai obsoleta e per niente redditizia sarebbe un errore politico micidiale"."Mi riservo di vedere nel dettaglio i numeri, ma dalle prime indicazioni mi sembra che dalla farsa si è passati alla truffa", replica però Paolo Foietta, commissario straordinario per l'opera, "È una analisi truffa realizzata per far quadrare i conti in base a quello che vuole il padrone. I costi sono ampiamente gonfiati, mentre c'è una enorme sottovalutazione dei benefici ambientali e sociali. Dalla prima lettura rilevo anche una grave sottovalutazione dei traffici, sui quali l'analisi prende una cantonata colossale. C'è poi la questione delle accise e del mancato introito per lo spostamento dei traffici dalla gomma alla rotaia: è contro ogni logica e buon senso calcolare tutto questo come una negatività, va contro qualunque linea guida sulle analisi costi-benefici".Ma la Lega non sembra così convinta della bontà dello stop. Alessandro Morelli, presidente della Commissione Trasporti della Camera osserva che "l'analisi costi-benefici è solo il primo passo", aggiungendo che "la decisione (sulla Tav) è politica". E il capogruppo del Carroccio alla Camera, Riccardo Molinari, aggiunge che si tratta di "un'analisi tecnica come altre": "Non è il Vangelo", ha detto a SkyTg24, "Prima di mandare a monte la Tav ci penserei bene, e comunque l'ultima parola in questo caso spetterebbe ai cittadini".




>>

Comments
There are still no comments posted ...
Rate and post your comment


Login


Username:
Password:

forgotten password?